martedì 28 febbraio 2017

La ballata del matto che fissava il grande fiume

Il conflitto interiore dell'aquila che attacca la volpe.
La sfida infinita della tigre assalita da un serpente.
La rabbia del Re della foresta cantata dalle fauci spalancate.
Bestie da dominare o dominatrici? 

domenica 26 febbraio 2017

La morte di Luigi Tenco

E' il dicembre 1965. In Italia in vetta alle classifiche dei singoli più venduti c'è “Il silenzio” con la tromba di Nini Rosso e la voce di Dalida. Sta iniziando l'inverno, si chiude il Concilio Vaticano II, Moro è da due anni alla guida del primo governo di centrosinistra e Saragat è presidente della Repubblica. 

venerdì 24 febbraio 2017

Vlad signore di Valacchia detto l'impalatore

In un documento del 1475, scritto in latino, così scriveva il suo nome: Wladislaus Dragwlya Vaivoda Partium Transpalpinarum. Wladislaus è il nome dell'uomo che combatté per impedire l'avanzata degli Ottomani nel cuore dell'Europa. Dragwlya è un diminutivo di Dracul, epiteto portato dal padre in seguito all'ingresso nell'Ordine del Drago, ordine cavalleresco fondato da Sigismondo d'Ungheria nel 1408. Vaivoda, o Voivoda, è traducibile come principe. Partium Transpalpinarum è traducibile con “delle parti transalpine”. 

giovedì 23 febbraio 2017

Lunario di Settembre. La storia delle donne di Nogaredo

Corre l’anno 1646.
Nogaredo è un piccolo paese nell’attuale provincia di Trento. La vita qui scorre come in molti altri piccoli centri della nostra penisola di quel tempo, tra popolazione affamata e analfabeta, nobili annoiati e cospiratori e la Chiesa che cerca, dopo il Concilio di Trento del 1542, di apparire meno dissoluta e più austera. 

mercoledì 22 febbraio 2017

Strade

Strade si svelano attraverso la materia introspettiva dei pensieri viaggiatori.
Insieme proseguiamo il cammino,
animati dalla forza travolgente insita nel potere universale dei sogni più vivi.

Chiara Lagostina

domenica 19 febbraio 2017

venerdì 17 febbraio 2017

E' passato il tempo in cui Berta filava

“È passato il tempo in cui Berta filava” è un'espressione legata a un aneddoto leggendario della storia europea del medioevo, il cui uso ricorre nei proverbi della nostra lingua per riferirsi ad un tempo lontano e concluso. 

martedì 14 febbraio 2017

Il Palazzo della Ragione di Padova: tribunale medievale


Le origini di Padova risalgono a circa tremila anni in una terra naturalmente protetta dentro l’ansa del fiume Brenta (un tempo molto più ampio di quello che possiamo vedere oggi). La particolare posizione da un lato offriva terreno fertile per buoni raccolti ma dall’altro era pericolosa per le soventi esondazioni. 

lunedì 13 febbraio 2017

La locomotiva sembrava fosse un mostro strano

Non so che viso avesse, neppure come si chiamava
con che voce parlasse, con quale voce poi cantava
quanti anni avesse visto allora, di che colore i suoi capelli
ma nella fantasia ho l'immagine sua
gli eroi son tutti giovani e belli” 

giovedì 9 febbraio 2017

Un eretico di nome Michelangelo

Il 18 febbraio del 1564, Michelangelo Buonarroti muore, quasi ottantanovenne, a Roma nella sua residenza di piazza Macel de' Corvi, assistito da Tommaso de' Cavalieri.
L'età avanzata non permise al grande artista di sopravvivere alle notizie che giungevano dal Concilio di Trento, dove poco tempo prima era stato deciso di coprire le parti, definite, oscene del Giudizio Universale.  

martedì 7 febbraio 2017

La strega dell'aceto

Il XVI secolo fu periodo di grandi cambiamenti in molti settori. Questo avvenne anche all’interno dei tribunali dell’Inquisizione si assistette al passaggio della gestione del processo contro l’accusato al tribunale secolare, evento che fece la fortuna di numerosi giudici facinorosi che cercavano di emergere ad ogni costo. 

domenica 5 febbraio 2017

Questa di Marinella è la storia vera

«Questa di Marinella è la storia vera
che scivolò nel fiume a primavera
ma il vento che la vide così bella
dal fiume la portò sopra a una stella»
L'inizio di questa canzone appartiene alla memoria collettiva di questo paese. 

sabato 4 febbraio 2017

Tra macabro, profano e spiritismo

L’impossibilità umana, di porre un arresto alla morte, al degrado naturale del corpo dopo il decesso, è stata sempre fonte di paura e terrore da parte della società che sin dai suoi albori ha cercato un rimedio per sfuggir a tale processo, che spesso portava malattie, ed altra morte.

giovedì 2 febbraio 2017

Per allontanare i cittadini dall'assassinio, ordinano un pubblico assassinio

Chi oggi dovesse entrare in Duomo, a Milano, si potrebbe accorgere della presenza dei quadroni, le smisurate tele dipinte dal Cerano, che oscillano nel lieve vento del luogo sacro. I dipinti sono una dozzina e rappresentano gli episodi della vita di San Carlo Borromeo, cardinale e santo della chiesa cattolica.

mercoledì 1 febbraio 2017

La strega cancellata dalla storia


Il mio nome è Claudia Colla e sono morta con mia madre Elena a causa dell’ignoranza e della superstizione per mano dell’uomo che un tempo ha detto di amarmi. 
La storia di Piacenza ci ricorda come le “Romane” arse vive. Sono nata da un gentiluomo di corte, il parmigiano Camillo Colla e da Elena Torti, discendente di una famiglia notabile di Castell’Arquato. Benestanti, ma non nobili.