L'uomo che andò da Woodstock a Cravariola.

Antica immagine di Locarno
Locarno, settembre 1874

Mia cara Caroline,
oggi ho dimostrato di che pasta è fatto un vecchio yankee. Sono salito a dorso di mulo, nonostante abbia doppiato il cammin di nostra vita, sino a un alpeggio incuneato tra Italia e Svizzera. Si chiama Cravariola e con due senatori devo decidere a chi tocca.
Dove passeranno i confini. Se devono seguire le cime della montagna o i secoli di storia. Strano destino per geografo prestato alla diplomazia. La nostra giovane nazione, che ha meno di cent'anni di vita e territori sconfinati da colonizzare difficilmente potrenbbe capire, come qui da cinquecento anni per pochi verdi ettari tra le vette ci si scontri, si spari, si rubi e si uccida.
Antica mappa del Piemonte
Mi hanno spiegato che tutto partì da un matrimonio. Una giovane della svizzera Val Maggia andò in sposa a un rampollo di una nobile famiglia antigoriana. Una dote che poi fu ceduta alle comunità dei paesi della valle italiana che vi portò le proprie mandrie. Per secoli le cronache han registrato tentativi di conciliazione, sempre finiti invece in abigeati e colpi di archibugio. E mi han detto che in un paese della valle, Crodo, una via è chiamata della testa perché il capo mozzato di uno svizzero alla guida di una masnada finì esposta al pubblico.
Potrà la nostra decisione, delle righe tracciate su una mappa, porre fine a secoli di scontri? Ma se non fossimo fiduciosi che la natura umana è in grado di apprendere dagli errori e cambiare, e migliorare, a nulla varrebbero le nostre istituzioni.
Jefferson scriveva che la terra appartiene in usufrutto ai viventi, e io penso che sia di chi se ne prende cura, di chi la ama, la difende. Di chi dimostra di saperlo fare.

Spero di vederti presto.

Tuo George
Antica mappa dell'Ossola, del Verbano e del Cusio.


Andrea Dallapina.


Annotazioni
Per le fotografie si ringrazia l'archivio Verbania Antiche Immagini, che potete trovare al seguente indirizzo: Verbania antiche immagini.

Commenti