Una chiacchierata tra amici parlando di fotografia.


Ci diamo appuntamento a Baveno, sulle rive del Lago Maggiore.
Giornata primaverile con qualche nuvola di passaggio.
A noi poco interessa ci chiuderemo in qualche stanza a parlare e discutere di fotografia.
Fotografia tra gli antichi mestieri? direi di si, senza se e senza ma e capirete nell'avanzare dell'intervista il perché!
Non intervisto un solo fotografo ma ben due! Il primo è il nostro collaboratore Yuri il secondo è Piero. Entrambi conducono uno studio fotografico, quello di Yuri si chiama MP photograpy studio, quello di Piero Foto Smile.
Iniziamo dalla domanda forse più banale, quando avete deciso di iniziare?
Inizia Piero a raccontarci la sua esperienza, "ho cominciato fotografando i paesaggi, le foto sono piaciute. Mi sono iscritto ed ho vinto alcuni concorsi. Un fotografo professionista ha visto le fotografie e mi ha chiesto se avessi voglia di dargli una mano. Ho cominciato con i matrimoni, poi congressi negli alberghi. All'epoca svolgevo attività come fotografo ambulante e non come professionista...." gli fa eco Yuri. " la mia esperienza è diversa! ho iniziato a scuola all'età di 12 anni quando gli altri facevano educazione fisica io decisi di seguire un corso di fotografia, mi piacque e mi appassionai alla materia!".



Incalzo con la seconda domanda che è quella cui tengo di più: ragazzi cosa è cambiato nella fotografia con il passaggio dalla pellicola al digitale?
Piero:" è cambiato tutto! ora tutti fotografano tutto e tutti si sentono fotografi! Un tempo gli scatti erano limitati in quanto costava parecchio far sviluppare i rullini e per questo motivo la gente prestava maggiore attenzione. Questo è il nocciolo vero del problema per noi fotografi: nel passaggio tutti noi abbiamo subito un ribasso del fatturato in quanto i clienti non sviluppano più le proprie fotografie ma se le riguardano al pc. Un'altro aspetto negativo del passaggio consiste nel fatto che molte persone si fanno fotografare da amici nello svolgimento delle cerimonie, penso alle comunioni o alle cresime. Un tempo vi era una maggiore richiesta anche per questi servizi..." interviene Yuri "io a differenza di Piero sono nato con il digitale e trovo maggiori aspetti positivi rispetto al collega: il digitale ha ampliato la nostra creatività! potrei parlarti dei time lapse o o degli star trails, lavorazioni che non la pellicola non era possibile effettuare".



Ragazzi scusate a questo punto una domanda sorge spontanea, vi sono delle differenze tra voi date dalla diversa provenienza?
Piero " siamo partiti in modo diverso ma alla fine l'approccio al lavoro è similare, per farti capire...oggi ad un matrimonio scatto 1500 pose prima con i rullini 300 o al massimo 400..." ribatte Yuri " ... sai Fabio penso che non conti da dove arrivi...ritengo che ogni fotografo abbia il suo modo di vedere le cose".



Quali sono le soddisfazioni che ritenete di aver raggiunto?
Yuri " sono felice di fare il fotografo di musicisti, soprattutto in determinate situazioni difficili da gestire! Oggi la mia soddisfazione è quella di riuscire ad estrarre il meglio da situazioni critiche..." subentra Piero " personalmente faccio qualcosa che mi piace ed in un campo dove non sei mai arrivato!! devi sempre imparare..."
Ragazzi un'ultima domanda, come vi raffrontate rispetto alle richieste delle persone e come sono cambiate le esigenze dei clienti nel corso degli anni?
Piero "sai... una volta il fotografo era il Fotografo, decideva lui cosa fare e come farlo, oggi ... diciamo che la maggior parte delle persone pensano di sapere cosa sia la fotografia...ripeto, quando faccio un servizio per i matrimoni scatto oltre 1400 fotografie..." Yuri sorride " le persone nel corso del tempo sono diventate molto più esigenti, come numero di scatti e come pose, dimenticandosi che ogni fotografo ha la sua visione del lavoro e di come realizzarlo..." aggiunge Piero "ultimamente, sempre più spesso, mi sento dire....dai Piero già che hai la macchina fotografica fammi due scatti....vorrei ricordare che siamo professionisti e che investiamo parecchio nella nostra attività e non intendo solo come strumentazione ma come aggiornamento..." Yuri interviene " la scusa è sempre la stessa...fammi due scatti che ti fai pubblicità...e poi quei due scatti non sono mai solo due...."




Fabio Casalini con Minghini Yuri e Piero Gatti.



Commenti