domenica 23 marzo 2014

In dieci minuti dalla Lombardia alla Toscana!

Una domenica pomeriggio di febbraio 2014, dopo settimane di pioggia, ecco spuntare il sole. Quindi siamo usciti a sgranchire un po' le gambe e in 10 minuti di macchina eccoci già al parcheggio da dove partire con la camminata. Ma questa è un'altra storia!

Scusate lo scherzo ma dallo stesso parcheggio siamo partiti per fare quattro passi anche nel periodo prenatalizio e voglio andare con ordine: prima della gita recente vi racconterò di quella fatta a dicembre, sempre a CASTIGLIONE OLONA, un'isola di Toscana in Lombardia. Eh no, non sono di parte, non lo dico io in quanto lombarda che ama la Toscana. L'ha detto addirittura D'Annunzio!
C'è un comodo parcheggio ai piedi del borgo e da lì abbiamo iniziato ad incamminarci, salendo verso il centro storico. Prima di arrivare in pieno centro abbiamo però deciso di deviare verso un luogo molto decantato, dove sta qualcosa creato da un toscano di cui ho già accennato qualche post fa, Masolino da Panicale (cliccate QUA per scoprire il precedente curioso accenno).


  


Quindi, dove sale la misteriosa scalinata della prima fotografia? Sale ad incrociare la strada che porta alla bella CHIESA DELLA COLLEGIATA, dove si trovano degli affreschi di Masolino, un BATTISTERO anch'esso decorato da Masolino ed un MUSEO.

Dalla Collegiata abbiamo deciso di non ripercorrere la scalinata ma abbiamo tirato dritto verso il centro storico per un'altra strada, comunque interdetta alle macchine.
Pian piano si è aperta la visuale sulla piazza intorno alla quale ci sono tante diramazioni da curiosare.



Insolita la CHIESA DEL SS. CORPO DI CRISTO, detta "chiesa di Villa", originariamente dedicata "al SS. Corpo di Cristo ed ai Quattro Dottori della Chiesa Occidentale": le due enormi statue ai lati del portale (i santi Antonio e Cristoforo) hanno inevitabilmente attirato la nostra attenzione e non abbiamo badato più di tanto alle belle decorazioni del portale maggiore... Speriamo che  Dio e i due angeli che stanno nel timpano non si siano offesi troppo!

Poi abbiamo gironzolato tra vicoli e scorci, siamo entrati nella CORTE DEL DORO (cortile del PALAZZO DEI CASTIGLIONI DI MONTERUZZO) per poi percorrere una discesa che ci ha condotti fuori da una delle antiche porte (PORTA DI PONENTE).



Incuriositi, abbiamo continuato a scendere oltre l'arco, ritrovandoci così a valle, a mirare le antiche mura costeggiate dalla strada appena percorsa e a passeggiare sul PONTE MEDIOEVALE, osservando la sera che lentamente scendeva sul FIUME OLONA.


Siamo risaliti al centro storico prima che la sera calasse del tutto e lassù è stato impossibile non notare il bel PALAZZO BRANDA CASTIGLIONI (seconda foto qua sotto) al cui interno, in occasione di una mostra, avevamo già visto bellissimi affreschi (favolosa la Camera del Cardinale).


Il buio era sempre più incombente, il freddo anche, allora si è tornati verso la macchina ma sempre guardandoci intorno. L'ultimo sguardo è salito verso la Collegiata e poi via, in pochi minuti siamo rientrati nella nostra casetta, molto soddisfatti dal breve ma interessante pomeriggio!

Ma il territorio Castiglione Olona ha ancora altro da mostrare, in futuro vi porterò ancora da queste parti con altre foto-passeggiate.

Articolo by Anna Bernasconi dal blog annabernasconi.blogspot.com

Nessun commento:

Posta un commento