martedì 3 dicembre 2013

Il lago Litteran, alle prime luci dell'alba!




Per effettuare questa escursione bisogna risalire la val d'Ayas (uscita Verres autostrada Torino - Aosta) sino all'abitato di Brusson, si seguono le indicazioni per Estoul (facilmente identificabile anche con Brusson 2000). Giunti ad Estoul si lascia l'autovettura nell'ampio parcheggio sulla sinistra della strada che risulta rialzato rispetto alla carreggiata. Il sentiero (per meglio dire una grande poderale) comincia subito dopo il parcheggio; per i primi minuti si segue la gippabile sino a quando si incontra un cartello recante le indicazioni per i laghi della Palasina e per il rifugio Arp. Si esce dalla carrabile seguendo le indicazioni sulla destra; si affronta l'unico vero momento impegnativo dell'escursione inoltrandosi nel rado bosco; si sbuca dopo pochi minuti su di una poderale che, dopo alcuni tornanti, ci porta all'alpeggio di Chanlossere. Dopo circa 45 minuti dalla partenza dal parcheggio si raggiunge un bivio: proseguendo diritti si risale in direzione dei laghi della Palasina, del rifugio Arp e dei laghi di Valfredda; proseguendo a destra si risalgono alcuni tornati e si giunge in vista del Lago Litteran.





Si tratta di un'escursione veramente facile ed alla portata di tutti in quanto non presenta sentieri ripidi e neppure tratti esposti.

Ho effettuato l'escursione partendo dal parcheggio di Estoul alle 6,15 del mattino e sono arrivato al lago alle 7,05 quando il sole non baciava ancora le sue sponde; è stata una bellissima (aggiungerei anche fredda) emozione, in quanto dalle acque del lago si levava una leggera nebbiolina che dava un'atmosfera surreale al paesaggio.


Fabio Casalini.

Nessun commento:

Posta un commento