Giant's Causeway: il miracolo della Natura.

Si deve raggiungere l’Irlanda del Nord. 
Ci si deve spingere fino a Portrush, piccola cittadina di tremila anime circa, situata nella contea di Antrim. 
Da li’ si costeggia l’Oceano Atlantico per circa quindici chilometri. Il viaggio sarà piacevole. Il panorama è da mozzafiato! In men che non si dica arriverete all’ entrata della Giant’s Causeway. 
Rimarrete da subito a bocca aperta. 
Si resta come allibiti…
A perdita d’occhio, raggiunto il bagnasciuga,  molteplici colonnati dalle svariate altezze, fanno da cornice alle armoniose geometrie di volo descritte dai gabbiani. Si estendono a perdita d’occhio…
Giungono quasi a confondersi, in lontananza, lungo la costa, con l’orizzonte.Non fosse perché si stagliano imperiose verso il cielo ! 
Strida di gabbiani rompono il continuo, l’infinito sciabordare delle onde. Le colonne sembrano essere state scolpite dall’uomo. Paiono essere l’ opera di un intelletto raffinato e di una mano sapiente d’artista. Questi colonnati esagonali di basalto, perfetti, ieratici ed imperiosi, in realtà sono il risultato di Madre Natura. Sono un vero capolavoro! Dall’Atlantico arrivano folate d’aria gelida! 
Il sole tenue, d’un pallore anemico, riflette stancamente i tenui raggi nelle concavità dei colonnati piu’ bassi,che intrappolano,goccia dopo goccia ,gli spruzzi d’onde che vanno a morire sul bagnasciuga, creando giochi di luci indescrivibili che talvolta culminano in un improbabile quanto incredibile arcobaleno . 
Le colonne sono a migliaia…
Sembrano essere canne d’organo che suonino all’unisono antiche melodie armoniose . Qui pare che l’impeto dell’Oceano d’un tratto zittisca , fondendosi nel grembo della madre Terra. Il sibilo del vento soffia lieve tra le rocce, riecheggia sino a scomparire in fondo ad una delle tante rientranze del sentiero, come fosse un timido e frettoloso viandante, timoroso di disturbare la naturale armonia che regna sovrana. 
L’occhio s’appaga,  perdendosi estasiato, nell'ammirazione di queste rocce basaltiche, per la maggior parte esagonali, antiche ed intriganti come solo la vita può essere…
Le parole incespicano tra le labbra…e cadono silenti nel baratro dell’immensità dell’Oceano, come inghiottite dalle onde, prima che il vento le trasporti nell'infinito. 
Qui si tace per ascoltare i marosi infrangersi sulle scogliere, sussurrare insinuandosi tra le colonne,accarezzandole,come se i flutti nella risacca volessero cullare questi preziosi testimoni del mondo. Sono i testimoni silenziosi dell’evolversi del mondo! Paiono esser tante attente sentinelle degli eventi…Impotenti, però, dinanzi all'ignoto che le attende al di là dell’orizzonte ottico …
Nonostante tutto…impavide! 
Chissà…I gabbiani non sembrano preoccuparsene.
Son troppo indaffarati nell’arte del volo. Con picchiate micidiali, danno sempre l’impressione di schiantarsi rovinosamente contro i piu’ alti colonnati mentre invece, dopo aver disegnato nel cielo trame geometriche, dolcemente planano, elegantemente sulle loro sommità, appollaiandosi con grazia. Queste formazioni di basalto,di origine vulcanica, sorprendono il mondo da decine di milioni di anni…
Un tempo inimmaginabile ed impensabile…Il tempo… Il tempo ne fu l’ideatore e il creatore…
Fu il tempo che lavorò la roccia, giostrando magistralmente ora l’acqua, ora il vento, ora il sole e persino il ghiaccio, modellandole a quattro,a sei,e persino ad otto lati, smussandole, quasi volendole addolcire nella ricerca della perfetta rotondità.
Se esiste la sorte, se davvero questo capolavoro sia da attribuirsi al fato, dovremmo ringraziarla infinitamente per tale dono unico e prezioso! O forse dovremmo ringraziare Finn Mc Cool, il gigante che costrui’, secondo la leggenda, questo superbo sentiero per potersi recare nella vicina Scozia a combattere un altro titano: Benandonner? Chi puo’ dirlo? Abbiamo pero’ la certezza che in questo vero e proprio paradiso terrestre nonché riserva naturale nazionale, potrete apprezzare, oltre a svariate tipologie di volatili, dal gabbiano al cormorano, dalle gazze di mare all’uria, rari esemplari floreali come la scilla verna o l’asplenio.
La Giant’s Causeway impreziosisce la contea di Antrim donandole ulteriore splendore! Ammiratela… Ammirate cio’ che fu il frutto di un’eruzione vulcanica…Magnifico, semplicemente fantastico…Una meraviglia inimitabile! 

Fabio Vigano’

Commenti